(ITA) Caucaso (Georgia, Armenia, Azerbaijan): documentario di viaggio

Il Caucaso è una regione sospesa tra Europa e Asia. È al crocevia dei due continenti e ha una miscela avvincente tra Oriente e Occidente. Le 3 repubbliche di Georgia, Azerbaijan e Armenia hanno molto in comune, nonostante ciascuna mantenga con orgoglio le proprie caratteristiche. Abbiamo visitato Tbilisi per la prima volta nella primavera 2017 e ce siamo subito innamorati. Abbiamo quindi deciso di tornare per una vera avventura nella regione. Abbiamo iniziato a Baku, una città cosmopolita la cui storia recente è intrinsecamente legata all'industria petrolifera. Migliaia di trivellatrici petrolifere sono sparse nella penisola di Absheron, nonostante ad oggi l'estrazione principale provenga dalle piattaforme del Mar Caspio. Il modello urbano di Baku è un centro storico che assomiglia a un'antica città persiana della Via della Seta. Intorno a questo, c'è la città europea, costruita nel tardo 1800 e ispirata all'Europa occidentale. E poi c'è la città moderna in cui i vecchi blocchi sovietici vengono abbattuti e sostituiti da costruzioni futuristiche Da Baku, abbiamo preso il treno per Tbilisi, in Georgia. Avendo visitato la città l'anno precedente, abbiamo deciso di non rimanere nel centro della città ma di fare alternative e dormire in un hotel hipster costruito in una vecchia fabbrica di cucito. Da Tbilisi, abbiamo trascorso una giornata nella regione di Kakheti, famosa per i suoi vini Abbiamo attraversato il confine con l'Armenia con un'auto.

 

La strada si è subito rivelata più difficile mentre seguivamo il percorso attraverso il canyon del Dabed. Abbiamo scelto questo modo di visitare i monasteri, Haghpath e Sahin, di una bellezza incredibile. È stata un'esperienza commovente dato che eravamo gli unici visitatori A Erevan abbiamo avuto l'opportunità di incontrare Naregh, un vecchia compagno di scuola di Valentina, che ha deciso di trasferirsi in Armenia circa un anno fa. Abbiamo trascorso una giornata con lui e ci ha parlato della recente rivoluzione di velluto e di cosa aspettarci in Armenia. Lo stesso giorno, ci siamo incontrati con Yun e Nonno, che viaggeranno con noi per circa una settimana L'Armenia ha due incredibili attività da offrire ai visitatori: bei monasteri UNESCO e paesaggi incredibili. Ma non è solo quello. Erevan, che a prima vista sembrava abbastanza interessante, si trasformò in una città estremamente vivace dopo il crepuscolo e di notte, quando sembrava che l'intera Armenia stesse camminando per le strade e godendosi le calde notti d'estate In una delle visite ai monasteri, abbiamo incontrato Giorgio, uno studente italiano con origini georgiane. È appassionato di architettura caucasica, ed è stato impressionante sentire da lui le varie caratteristiche e caratteristiche del monastero armeno. Gli abbiamo dato un passaggio con la macchina e visitato alcuni posti con lui Attraversare il confine con la Georgia era necessario per completare il nostro coast-to-coast.

 

Ci fermammo a Vardzia, un'antica città rupestre e visitammo la fortezza di Khertvisi. Entrambi collocati in un incredibile canyon. Mozzafiato La prossima tappa fu Batumi, sul Mar Nero. Una specie di versione sovietica di Atlantic City, Batumi non era la nostra tazza di tè. Preferivamo molto la città di Kutaisi, dove abbiamo apprezzato il mercato locale, la cattedrale e i vicini monasteri di Gelati e Motsameta A Kutaisi lasciamo Nonno e Yun. Si dirigono a nord per visitare la remota regione di Svaneti. Dovemmo tornare indietro, ma prima di raggiungere Tbilisi, ci fermammo a Gori, la città natale di Josef Stalin, e Uplistikhe, un'altra città rupestre vicino a Gori

Please reload

Recent Posts
Please reload

Archive
Please reload

Search By Tags