(ITA) Sud Italia in tuk tuk

1.200 kilometri separano Palermo da Ostuni se non si prende l’autostrada e si ha voglia di perdersi nelle bellissime campagne di Sicilia, Campania, Basilicata e Puglia Partiamo in 16 da Palermo a bordo di 6 ape calessino e un’auto di supporto.

 

Uscire dal traffico di Palermo mentre impariamo a guidare questo incrocio tra una vespa e una macchina ha le sue difficolta’. Ma ci riusciamo. Seguiamo la costa nord della Sicilia lungo la statale. Passiamo per Termini Imerese a visitare un presidio slow-food che produce il miele dall’ape nera sicula. Poi stop di rigore a Cefalu per vedere la bellissima cattedrale o fare un bagno nel Mediterraneo. Proseguiamo verso Milazzo e puntiamo dritti allo stretto di Messina, l’imbarco per I traghetti e’ qualcosa di faraonico con centinaia di auto in fila.

 

 

Tocchiamo terra nel Continente e risaliamo per la bellissima costa calabra prima di puntare all’entroterra, attraversare la piana di Gioia Tauro, e risalire verso Spilinga, patria della Nduja, il famoso salame spalmabile calabro, piccante come il suo 25% di peperoncino. Nel pomeriggio continuiamo a risalire la costa calabra fino a Paola, per poi svoltare verso l’interno in un avventurosa salita notturna fino a 1.400 di altezza nel Parco Nazionale della Sila. Il terzo giorno lo dedichiamo agli antichi alberi (detti i Giganti) del parco per poi riprendere le api e scendere giu dall’altro lato della montagna, verso la costa Ionica. Passiamo in Calabria per arrivare a Castelmezzano, ai piedi delle Dolomiti Lucane. Siamo qui per provare l’incredibile Volo dell’Angelo, in pratica un cavo di ferro tirato da un lato all’altro della montagna. I piu’ coraggiosi di noi provano l’emozione di volare a 120 km all’ora (piu’ del doppio della velocita’ delle api). La Basilicata ci sorprende per le sue colline coltivate a grano e i suoi borghi storici sulla sommita’ delle stesse.

 

Sembra essere una Toscana gialla. Ci perdiamo in queste colline alla ricerca di una pompa di benzina (rarissime) e ci sfamiamo col famoso Pezzente della Montagna, un salume locale fatto storicamente per i poveri e composto dalle parti meno nobili del maiale … grasso, aglio, sale … buonissimo. Deliziati e sfamati, puntiamo le api verso Matera. Una delle citta’ piu’ belle d’Italia, Matera conserva incredibilmente tutto il suo fascino e non e’ ancora diventata una trappola per turisti.

 

Da Matera a Ostuni sono poche ore di ape. Ostuni al contrario delle altre tappe, la vediamo con una nota di tristezza. Piena di turisti profumati e tirati a lustro, ci sentiamo a disagio quando arriviamo stanchi e sudati poco prima del tramonto, in tempo per aperitivo e cena. O forse e’ semplicemente la stanchezza di aver finito un viaggio indimenticabile

 

REGIA

Valentina Vitali

Guglielmo Biason

 

AIUTO RIPRESE

Marco Stoppani

 

RESP. PRESIDI

Adriano Araldi

 

RESP. ALLOGGI

Lucio Fracaro

 

RESP. NAVIGAZIONE

Google Maps

 

ASSISTENZA LEGALE

Gaetano Lattanzi

 

NOLEGGIO CALESSINI

The Gira www.thegira.it

#thegira

 

RINGRAZIAMENTI

Cinzia - The Gira

Alberto Nava - The Gira

Laura - I Giganti della Sila

Niccolo - I Giganti della Sila

 

PRODUTTORI VISITATI

Apicoltura Amodeo Carlo Contrada Madonna Diana Termini Imerese, PA // www.amodeocarlo.com

Nduja di Bellantone Gabriella Contrada Saramalloni Spilinga, VV www.ndujadispilingabellantone.com 

Salumificio Don Francesco Via Zanardelli 14 Stigliano, MT

Giganti della Sila: www.igigantidellasila.it

Volo dell’Anglo: www.volodellangelo.com

 

MUSICHE

Cosmic Wind (Raidek)

Fools Gold (Mike Arnold feat. Jessie Villa)

Solemness (Ian Locke)

Corporate Guitars (Superb Stock)

The Great Escape (Electric Storm) Cardinal (Cardinal)

Beyond a Dream (Caleb Etheridge)

Italian Design (Dolphin Mind) Atlas (Ethan Rank)

The Gift (Caleb Etheridge)

Silence (Dizemo feat. Elena Mylona)

Licenze ottenute tramite Artlist.io e Audiojungle.net

 

REGISTRATO

17 - 23 Agosto 2017

 

Please reload

Recent Posts
Please reload

Archive
Please reload

Search By Tags